BILANCI - Disneyland Resort Paris

Pagina 2 di 15 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 15  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da lorenzo il Ven 13 Feb 2009, 17:39

Ma quale copertura!!! Anche in inverso si può andare scoperti senza schizzarsi. Appena partono gli schizzi, si gelano trasformandosi in spilli di ghiaccio. Quindi dopo la discesa si fa anche una seduta di agopuntura Very Happy
avatar
lorenzo
Disneyutente - Mister Brown - Il grillo Parlante - Er Tabellaro

Maschile Numero di messaggi : 5783
Età : 48
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da MaxDreamDisney il Ven 13 Feb 2009, 18:14

Se facessero splash mountain lo dovrebbero realizzare interamente al coperto o quasi...
avatar
MaxDreamDisney
Disneyutente Special Vip Giant Stars Intergalattico - Panchito - Lumacanarratore
Disneyutente Special Vip Giant Stars Intergalattico - Panchito - Lumacanarratore

Maschile Numero di messaggi : 13796
Età : 33
Località : Roma
Data d'iscrizione : 03.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da Ospite il Ven 20 Feb 2009, 11:21

ragazzi ma a quando le buone notizie?:'(

Disney park, la festa è finita per Micky Mouse


Anche Micky Mouse piange. Magari in silenzio, magari senza rimpianti ma il colosso Disney ha cominciato a fare i conti con la crisi. E per questo i celebri parchi d’intrattenimento della Florida e della California meridionale stanno tagliando posti di lavoro e riducendo i costi di funzionamento.
Paperino e la crisi. Secondo Jay Resulo, responsabile dei parchi e resort Disney, si tratta di «una mossa dettata dalla condizioni generali dell’economia», ovvero dalla congiuntura sfavorevole. Si tratta di oltre 600 “accompagnamenti agevolati” per gli executive che sovrintendono ai parchi: figurarsi cosa può succedere alle migliaia di impiegati stagionali che i resort assoldano ogni anno.
Secondo Laura Martin, analista finanziaria della Soleil, «crediamo che la Disney continuerà a tagliare costi fino a quando la debolezza dell’economia americana persisterà». Non si tratta infatti solo delle quotazioni azionarie della corporation che come gran parte dei titoli quotati continuano a scendere inesorabilmente, ma il taglio dei posti di lavoro è proprio di una strategia aziendale più vasta. Alcune aziende del colosso che fruisce di immagini rassicuranti come quella di Paperino stanno agendo nella stessa direzione. L’Abc ha tagliato 200 posti di lavoro che non saranno recuperati. Anche Espn ha deciso di eliminare, senza reintegrazioni, lo stesso numero di lavoratori dell’Abc. In tutto ciò la strategia di contenimento sui parchi e resort nasce dal calo dei profitti che nell’ultimo periodo sono crollati del 24% fino agli attuali 382 milioni. Allora la Disney ha risposto con promozioni e iniziative commerciali (come il pacchetto 200 dollari per cibo, prodotti e quattro notti pagate nei resort californiani e in Florida), ma ci sono ragioni che aggravano il bilancio dei parchi.
Pupazzi orientali. In Cina, da tempo è nato lo Shijingsan Amusement Park, una copia dei celebri resort della Disney. Data la crescita dei consumi interni nel Paese del Dragone, la perdita dei visitatori cinesi aggrava ulteriormente il bilancio dei resort americani. Il direttore generale del Shijingsan Park, Yin Zhiqiang, ha detto: «I nostri personaggi all’interno del resort sono un po’ simili a quelli della Disney. Ma i visi, le misure, l’abbigliamento sono totalmente differenti. Prendete l’esempio di Cenerentola: i tratti somatici sono cinesi e quindi non c’entra niente con la versione europea». Difficile credere a questa totale estraneità, visto ciò che avviene con le borse di Louis Vuitton e Prada: praticamente uguali rispetto agli originali. E anche Micky Mouse dovrà farsene una ragione.


Gianluca Schinaia

fonte:www.ifgonline.it

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da shenil il Ven 20 Feb 2009, 11:28

Mamma mia che disastro questa crisi globale ragazzi.

Speriamo che si riuscirà ad uscirne presto.
avatar
shenil
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS

Femminile Numero di messaggi : 5235
Età : 35
Località : Roma
Data d'iscrizione : 11.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da wendy86 il Ven 20 Feb 2009, 11:28

dei tagli di personale in america sapevo.....ma cos'è sta cosa a shangai??? non dovevano farci il parco?
e da quando per i personaggi usano gente locale? io ho sempre saputo che, specialmente per gente a viso aperto, veniva usato esclusivamente personale occidentale, proprio per non creare scompiglio nell'immaginario collettivo
avatar
wendy86

Femminile Numero di messaggi : 1246
Età : 31
Località : Sesto san giovanni (mi)
Data d'iscrizione : 01.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da Ruzzy il Sab 21 Feb 2009, 00:19

Mamma mia che casino questa crisi!! Speriamo che finisca presto!!
avatar
Ruzzy
Utente "affezionato"
Utente

Maschile Numero di messaggi : 41
Età : 29
Località : Bressanone
Data d'iscrizione : 19.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da Ospite il Mer 29 Apr 2009, 14:43

Presenze record nei parchi francesi non riescono ad evitare ad Euro Disney un primo semsstre in negativo.
Nei sei mesi chiusi a fine marzo i visitatori sono stati 7,1 milioni (+111mila), ma il calo di alcuni mercati, come quello spagnolo (-40%) e britannico (-11%) ha pesato sui risultati.
Il semestre ha registrato una perdita netta quasi raddoppiata a 71,9 milioni di euro per un giro d'affari in calo del 7,3%. In diminuzione la spesa media dei visitatori, il tasso di riempimento degli hotel e le vendite nei negozi di souvenir. la domanda dunque c'è, ma cambiano i comportamenti dei visitatori.


fonte:www.guidaviaggi.it

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da shenil il Mer 29 Apr 2009, 14:51

Aiaiai!!!!

Speriamo che questi cali di fatturato non facciano fermare le novità!
avatar
shenil
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS

Femminile Numero di messaggi : 5235
Età : 35
Località : Roma
Data d'iscrizione : 11.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da lorenzo il Mer 29 Apr 2009, 15:14

Ma certo che cambiano i comportamenti dei visitatori!!! Dessero un'occhiata ai vari listini e si facessero un esame di coscienza. Se abbassassero prezzi, più gente comprerebbe !!!
avatar
lorenzo
Disneyutente - Mister Brown - Il grillo Parlante - Er Tabellaro

Maschile Numero di messaggi : 5783
Età : 48
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da Andrea il Mer 29 Apr 2009, 15:22

Soprattutto dovrebebro abbassare drasticamente il costo dei pacchetti soggiorno.
Se una persona si ferma per 6 notti al posto di 3 alla fine spenderà molto di più nel parco.
Invece coi prezzi che praticano per i soggiorni la gente visita il parco in un giorno quando fa una vacanza a Parigi.
avatar
Andrea
Moderatore Special Vip - Archimede - Geppetto il falegname - Mr. Doppiosenso & Mr. FuoriLuogo
Moderatore Special Vip - Archimede - Geppetto il falegname - Mr. Doppiosenso & Mr. FuoriLuogo

Maschile Numero di messaggi : 18569
Età : 42
Località : Foligno
Data d'iscrizione : 03.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da alyend il Mer 29 Apr 2009, 15:54

E' vero, dovrebbero abbassare soprattutto i costi dei soggiorni, perchè sono carissimi. Io ed il mio ragazzo ogni anno dormiamo a Parigi ed andiamo al Parco tramite RER. Anche se si perde un'ora di viaggio tra andata e ritorno ogni giorno, a livello economico ne vale comunque la pena (anche se stare negli hotel Disney sarebbe molto più bello...) considerando che a Parigi pernottamento e colazione per due persone ci costa 55 euro a notte.
avatar
alyend
Disneyutente Special Vip -Lilli senza vagabondo- Assidua compratrice di pillole per mal di testa
Disneyutente Special Vip -Lilli senza vagabondo- Assidua compratrice di pillole per mal di testa

Femminile Numero di messaggi : 2071
Età : 33
Località : Sansepolcro (AR)
Data d'iscrizione : 01.04.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da MaxDreamDisney il Gio 30 Apr 2009, 10:26

I pacchetti hotel più ingresso sono cari è vero....però se dalla somma si esclude il costo dei biglietti di ingresso ai parchi non sono eccessivamente cari....io parlo non avendo il passaporto però...
avatar
MaxDreamDisney
Disneyutente Special Vip Giant Stars Intergalattico - Panchito - Lumacanarratore
Disneyutente Special Vip Giant Stars Intergalattico - Panchito - Lumacanarratore

Maschile Numero di messaggi : 13796
Età : 33
Località : Roma
Data d'iscrizione : 03.10.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da shenil il Lun 04 Mag 2009, 11:43

Ecco l'intervista rilasciata da Philippe Gas, presidente del gruppo Eurodisney.


Il presidente del gruppo di Eurodisney è ottimista circa la crisi, nonostante una significativa perdita netta nel primo semestre del 2009.

Fabrice Lundy: Il CAC 40 a 1, 6% di questa sera al 3051. Focus su Eurodisney, il titolo calo del 9,5%, 3, 61 euro. Euro 2008 ha visto tornare nel verde, dopo sei anni negativi. 2009 iniziato male, come Eurodisney ha quasi raddoppiato la sua perdita netta nel primo semestre, quasi 72 milioni di euro. Eppure, c'è parchi in tutto il mondo?

Philippe Gas: Siamo lieti di due. In primo luogo, esso è infatti il livello di partecipazione e di occupazione hotel. Avete visto che la partecipazione è il primo mezzo, oltre 111 000 visite nel corso del primo semestre del 2008.

E 'un po' più di 7 milioni di visitatori?

E 'di circa 7,1 milioni. Quindi, il tasso di occupazione degli alberghi è al 86%, in leggera diminuzione rispetto al effettivamente l'anno scorso in cui è stata 88,5%, ma è ancora molto elevato, perché il è soddisfatto. Vi ricorderete che avevamo parlato alla fine del primo trimestre, in quanto la crisi e l'impatto che avrebbe certamente effetti che non siamo stati in grado, al momento della misurazione. Ora lei è lì, ma questo divario in termini di prestazioni oggi è dovuta in gran parte elementi: in primo luogo, è molto dipendente da vacanze scolastiche. Abbiamo visto questo anno, un fenomeno di scivolare le vacanze di Pasqua, in aprile, è pari a quasi 13 milioni di euro, che si trova sul secondo semestre. Ricorda inoltre che nella prima metà, avevamo parlato di una grande operazione immobiliare, relativo alla vendita di terreni, di circa 13 milioni anche, che non abbiamo trovato questo anno, e questo non è stato previsto uno. Ci sono quasi il 60% di questa differenza si spiega con i due, e successivamente, è affrontare la crisi, vale a dire di fronte a un cambiamento di contesto, e ciò che vediamo c è che la maggior parte dei visitatori a pensare che si prende più tempo per prendere la decisione, che si aspettano le offerte.

Si aspettano buone promozioni fine?

Assolutamente. Noi vediamo questo fenomeno e si parla molto con i nostri colleghi in materia di turismo, e che soffre lo stesso fenomeno. Si deve pertanto essere adattato a tutti i mercati in cui operiamo. E 'molto reattivo, dobbiamo continuare ad avere queste offerte che può continuare a generare la domanda. Il soddisfare per me è vedere che la domanda esiste. Essa continua a detenere e che è importante per noi, perché non riteniamo che il 2009 e la crisi, crediamo anche nella fase di post-crisi, così è davvero il fondo che per noi sono sani e questo è ciò che si guarda.

Ma non avete molta visibilità alla fine del 2009 per esaminare il post-crisi? Sei come tutti gli altri?

Assolutamente, ma di generare i volumi e di generare la domanda è importante, dimostra che esiste, e siamo in grado di farli.

Esiste il mondo. Ci sono meno cliente spagnolo, che ha subito un calo, che ha davvero colpito più di altri da questa crisi. Almeno il 40% degli spagnoli, l'11% in meno per i britannici, di un altro paese colpito dalla crisi. Ci sono persone nei parchi in quanto ha raggiunto la partecipazione record, con i visitatori che spendono di meno. Visitatori spendere 43 euro contro 44,67 euro?

That's right. Che cosa sta succedendo nei parchi, non vi è un fenomeno naturale di cautela ai nostri visitatori, come in tutto il mondo, nel senso che si spendono molto di più l'attenzione. Questa è una cosa. Hai anche un cambiamento nel tipo di visitatori. Lei ha parlato in precedenza circa il declino del mercato spagnolo, è vero, è stato influenzato, come molti mercati di questo vi è un calo molto contributivo in media la spesa. È, comunque, un luogo di forti mercati francese e belga, più locale, ma il beneficio dei visitatori che hanno, naturalmente, con o senza crisi, tendono a spendere di meno, perché che quando si vive a Parigi, la domanda in termini di negozi, in particolare, è molto diversa.

Già, vi è l'hotel a meno, quando si vive a Parigi?

Inevitabilmente, almeno non vi è ancora una notte, invece di tre. Si tratta di un fenomeno che accompagna il cambiamento delle tipologie di visitatori, e questo è qualcosa che anche noi dobbiamo adeguare.

La questione di adattamento, naturalmente, in questo contesto, si tradurrà, come? Con un'attenta gestione dei costi, riduzione dei costi, una riduzione del personale anche alcuni?

Non è stato piano di riduzione del personale. Riduzione dei costi, mentre in realtà, è già nei nostri risultati che i nostri costi sono calate leggermente nel corso del primo semestre del 2008. E 'quindi davvero molto attento controllo della gestione dei nostri costi su base giornaliera. Quando si parla di numeri, però, è molto diversa. Per noi, la chiave è la qualità dei visitatori esperienza, è in aumento, ci sono i volumi, la complessità della gestione giorno per giorno, ed è anche una delle nostre priorità. Su un piano che oggi si ritiene che il diritto di gestire i volumi che devono far fronte, in modo non abbiamo intenzione di livelli di personale. D'altro canto, gestito con grande cura e una grande attenzione per i nostri costi su base giornaliera, ed è già nella prima metà risultati a livello di tariffe, una lieve diminuzione, il che dimostra che l'attenzione di controllo costi.

Vuol dire che cosa significa, per il momento, si mette tra parentesi nuove attrazioni a venire?

No, non in materia di investimenti in termini di prodotti e attrazioni. Il contenuto creativo, ma anche la guerra di nervi per Disney, in modo da continuare a lavorare. E 'stato lanciato il 1 ° aprile una festa ", la festa della magica Mickey" è una nuova attrazione, è stato già un piano, e di lavoro sul 2010 sviluppo di una nuova attrazione, in modo che continui. Noi continueremo a sviluppare. Tuttavia, gli altri progetti, si può parlare di tali progetti di sviluppo, un attento controllo sui costi relativi ai consulenti, sono stati anche gli studi sulla provenienza e appalti. Queste sono altre fonti che si guarda, ma non è efficace, e non è l'investimento nel prodotto.

Ci sarà un dividendo pagato o no?

Non è stato dividendo, per il momento, in considerazione, sapendo che il nostro obiettivo è quello di consolidare le prestazioni. Esso deve affrontare la crisi, se vi si affaccia, è necessario che si raggiunge a continuare a generare la domanda. Dividendi sarà valido il giorno saranno consolidati prestazioni su questo, saremo in grado di pagare loro ripetutamente e non inusuale.

Ultima questione, in relazione con l'attuale corso, si dimentica, per il momento, il primo mezzo risultati, si parla di pandemia di influenza suina, provenienti da Messico. Ovviamente, Eurodisney fabbrica del mondo, cinque milioni di visitatori ogni anno. In un luogo pubblico come Disneyland, che cosa fare per prevenire questo tipo di pandemia? E 'questo un problema, hai piani?

Assolutamente. Ricordate nel 2003, la SARS, l'influenza aviaria e abbiamo avuto molto specifici piani, siamo in costante contatto con le organizzazioni sanitarie e lo Stato francese, anche con i nostri parchi negli Stati Uniti, che sono molto vicino a l'origine della specie suina influenza, e con la CDC, Centro per il controllo delle malattie negli Stati Uniti. Abbiamo piani che sono stati riattivati, il controllo, la prevenzione, che sono stati appena esistenti con la SARS, che è stato rimesso in ordine. Noi vediamo questo in un ambiente molto vigile ora che, dal momento che l'epidemia ha avuto inizio. E 'sempre molto vigile.

Si può portare come? Che cosa si può decidere come estrema misura? Chiudere il parco, costretti a indossare una maschera?

Che possono essere esattamente le stesse cose che si applicano a qualsiasi ente pubblico. Ora, ci sono cose imposto su di noi, se avessimo il caso peggiore. Oggi, è ben lungi dall'essere esiste, è la prevenzione. Hai visto che nel caso della SARS, non vi era stata molto vigile e attiva, e non c'era nessun problema a Eurodisney e la stessa cosa. Dobbiamo essere vigili in ogni momento estremamente pro-attivo con i nostri partner, e questo è fatto, si è già attivato. Non si prevede che la situazione è più allarmante è il fatto immediatamente.


Fonte: dlrptimes - traduzione fatta con Google (scusatemi!)
avatar
shenil
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS

Femminile Numero di messaggi : 5235
Età : 35
Località : Roma
Data d'iscrizione : 11.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da shenil il Ven 31 Lug 2009, 11:34

EuroDisney Sca ha pubblicato ieri i risultati dei primi 9 mesi:

EURO DISNEY S.C.A.
Exercice 2009
Annonce du troisième trimestre
Neuf mois clos le 30 juin 2009
• Chiffre d'affaires au titre des neuf premiers mois de l'exercice de 867 millions d'euros,
en baisse de 7 %, reflétant une diminution de la dépense par visiteur, des activités de
développement immobilier et du taux d'occupation des hôtels
• Chiffre d'affaires au titre du troisième trimestre de 308 millions d'euros, en baisse de 7 %,
reflétant une diminution de la dépense par visiteur et du taux d'occupation des hôtels
(Marne-la-Vallée, le 30 juillet 2009) Euro Disney S.C.A. (la "Société"), société mère d'Euro Disney
Associés S.C.A, société d'exploitation de Disneyland® Paris, a présenté aujourd'hui le chiffre d'affaires consolidé
du groupe (le "Groupe") au titre du troisième trimestre de l'exercice 2009 (le "Troisième Trimestre") ainsi
qu'au titre des neuf mois clos le 30 juin 2009.
Chiffre d'affaires au titre des neuf mois clos le 30 juin 2009 :
Neuf mois clos le 30 juin Variation
(en millions d'euros, non audité) 2009 2008 Montant %
Parcs à thèmes 482,1 498,4 (16,3) (3,3) %
Hôtels et Disney® Village 341,4 371,4 (30,0) (8,1) %
Autres 37,7 37,8 (0,1) (0,3) %
Activités touristiques 861,2 907,6 (46,4) (5,1) %
Activités de développement immobilier 5,3 25,6 (20,3) (79,3) %
Chiffre d'affaires 866,5 933,2 (66,7) (7,1) %
Chiffre d'affaires au titre du Troisième Trimestre :
Troisième Trimestre Variation
(en millions d'euros, non audité) 2009 2008 Montant %
Parcs à thèmes 172,4 182,0 (9,6) (5,3) %
Hôtels et Disney® Village 121,8 135,4 (13,6) (10,0) %
Autres 13,1 12,6 0,5 4,0 %
Activités touristiques 307,3 330,0 (22,7) (6,9) %
Activités de développement immobilier 0,4 0,5 (0,1) (20,0) %
Chiffre d'affaires 307,7 330,5 (22,Cool (6,9) %
Concernant les résultats, Philippe Gas, Président d'Euro Disney S.A.S, a déclaré :
"Comme pour l’ensemble de l’industrie du tourisme en Europe, les conditions économiques difficiles et
les changements dans les modes de consommation ont affecté notre chiffre d’affaires. Dès les premiers
signes du ralentissement économique, nous avons mis en place des offres promotionnelles ciblées auxquelles
nos marchés de proximité ont particulièrement bien répondu. Cette décision a permis de continuer à faire
croître la fréquentation de Disneyland Paris, confirmant ainsi l'attrait de l'expérience Disney auprès de nos
publics. Cependant, ces offres ont pesé sur la dépense moyenne par visiteur et sur nos marges.
Nous continuons à gérer nos coûts de façon rigoureuse et avons réduit certains de nos investissements, tout
en concentrant nos efforts sur notre stratégie de croissance à long-terme et sur de nouveaux projets de
développement, notamment l’ouverture de nouvelles attractions pour l’année prochaine."
2
CHIFFRE D'AFFAIRES PAR ACTIVITE AU TITRE DES NEUF MOIS CLOS LE 30 JUIN 2009
Le chiffre d'affaires généré par les activités touristiques diminue de 5 % pour s'établir à 861,2 millions d'euros
contre 907,6 millions d'euros pour la même période de l'exercice précédent.
Le chiffre d'affaires des parcs à thèmes diminue de 3 % pour s'établir à 482,1 millions d'euros contre
498,4 millions d'euros pour la même période de l'exercice précédent. Cette baisse reflète une diminution de 4 %
de la dépense moyenne par visiteur, partiellement compensée par une hausse de 1 % de la fréquentation des parcs
à thèmes. La diminution de la dépense moyenne par visiteur, notamment pour la partie liée aux entrées et aux
marchandises, s'explique par une augmentation de la proportion de visiteurs provenant des marchés de proximité.
La hausse de la fréquentation des parcs à thèmes est due à l'augmentation du nombre de visiteurs français et
belges, partiellement compensée par une moindre performance des marchés espagnol et britannique.
Le chiffre d'affaires des hôtels et du Disney Village est en baisse de 8 % et s'établit à 341,4 millions d'euros contre
371,4 millions d'euros pour la même période de l'exercice précédent, traduisant une baisse de 3,8 points du taux
d'occupation des hôtels et de 4 % de la dépense moyenne par chambre. La diminution du taux d'occupation des
hôtels s'est traduite par 66 000 nuitées de moins que sur la même période de l'exercice précédent, principalement
liée à la baisse du nombre de visiteurs espagnols et britanniques et à une baisse des activités de tourisme d'affaires,
partiellement compensées par la hausse du nombre de visiteurs français et belges. La baisse de la dépense
moyenne par chambre reflète principalement un nombre supérieur d'offres promotionnelles et une réduction des
dépenses en restauration.
Les autres revenus, qui incluent les redevances de participants, les services de transport et de voyages proposés
aux visiteurs, sont stables par rapport à la même période de l'exercice précédent.
Le chiffre d'affaires généré par les activités de développement immobilier diminue de 20,3 millions d'euros
par rapport à la même période de l'exercice précédent et s'établit à 5,3 millions d'euros. Il comprenait l'an dernier
la vente pour un montant de 12,5 millions d'euros d'un actif immobilier situé à Val d'Europe faisant auparavant
l'objet d'un bail à construction. Quatre autres transactions ont été finalisées au cours des neuf mois clos le
30 juin 2008 contre une transaction au titre des neuf mois clos le 30 juin 2009.
CHIFFRE D'AFFAIRES PAR ACTIVITE AU TITRE DU TROISIEME TRIMESTRE
Le chiffre d'affaires généré par les activités touristiques diminue de 7 % pour s'établir à 307,3 millions d'euros
contre 330,0 millions d'euros au titre du troisième trimestre de l'exercice précédent malgré le décalage favorable
des vacances de Pâques au Troisième Trimestre pour certains de nos marchés clés alors qu'elles s'étaient déroulées
au second trimestre lors de l'exercice précédent.
Le chiffre d'affaires des parcs à thèmes diminue de 5 % pour s'établir à 172,4 millions d'euros contre
182,0 millions d'euros pour le troisième trimestre de l'exercice précédent. Cette baisse reflète une diminution
de 5 % de la dépense moyenne par visiteur, notamment pour la partie liée aux entrées et aux marchandises, qui
s'explique par une augmentation de la proportion de visiteurs provenant des marchés de proximité. Cette
augmentation du nombre de visiteurs français et belges est compensée par une moindre performance des marchés
espagnol, britannique et hollandais.
Le chiffre d'affaires des hôtels et du Disney Village est en baisse de 10 % et s'établit à 121,8 millions d'euros
contre 135,4 millions d'euros pour la même période de l'exercice précédent, traduisant une baisse de 6,1 points du
taux d'occupation des hôtels et de 3 % de la dépense moyenne par chambre. La diminution du taux d'occupation
des hôtels s'est traduite par 32 000 nuitées de moins que sur la même période de l'exercice précédent,
principalement liée à la baisse des activités de tourisme d'affaires et du nombre de visiteurs espagnols et
britanniques, partiellement compensée par la hausse du nombre de visiteurs français et belges. La baisse de
la dépense moyenne par chambre reflète principalement une réduction des dépenses en restauration.
3
EVENEMENTS RECENTS ET PERSPECTIVES D'AVENIR
Le 22 mai 2009, la Société a annoncé la nomination de Greg Richart pour succéder à Ignace Lahoud en tant que
Directeur Général Adjoint - Finances d'Euro Disney S.A.S. Pour davantage d'informations, veuillez vous référer
au communiqué de presse du 22 mai 2009 disponible sur le site internet de la Société.
Le Groupe était partie prenante dans un litige portant sur le remboursement d'une partie des dépenses fiscales
enregistrées depuis l'année calendaire 2001 relatives à l'activité des hôtels. En juillet, le Groupe a réglé ce litige et
comptabilisera un produit de 7,1 millions d'euros en déduction des Charges d'exploitation au cours du quatrième
trimestre. Pour davantage d'information, veuillez vous référer au document de référence du Groupe déposé
le 18 décembre 2008 auprès de l'Autorité des marchés financiers sous le numéro D.08-0795 et disponible sur le
site internet de la Société.
Dans les mois à venir, la Société communiquera des détails sur les nouvelles attractions qui devraient ouvrir leurs
portes l'an prochain et dont la construction a déjà débuté.

Questi i dati salienti:

- il fatturato ha avuto un decremento del 7%
- Il giro d'affari dei primi 9 mesi del 2009 è stato di € 866,5, contro i 933,2 dell'anno scorso
- Il mese prossimo la Società comunicherà i dettagli sulle nuove attrazioni che dovranno essere aperte l'anno prossimo e la cui costruzione è già cominciata.
avatar
shenil
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS
CAST MEMBER A DISNEYLAND PARIS

Femminile Numero di messaggi : 5235
Età : 35
Località : Roma
Data d'iscrizione : 11.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da pierpingu il Ven 31 Lug 2009, 11:37

Nonostante la folta presenza al parco degli utenti di Mondo Ot in questi primi 6 mesi dell'anno... il risultato è negativo...

forza diamoci ancora piu da fare

_________________
I am the boss
avatar
pierpingu
ADMIN - DISNEYUTENTE GIANT STAR - IL ROCCO SIFFREDI DEL FORUM
ADMIN - DISNEYUTENTE GIANT STAR - IL ROCCO SIFFREDI DEL FORUM

Maschile Numero di messaggi : 37045
Età : 52
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 11.01.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: BILANCI - Disneyland Resort Paris

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 15 Precedente  1, 2, 3 ... 8 ... 15  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum