SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Andare in basso

SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Mer 28 Gen 2009, 20:40

Mi è venuta l'idea nel topic di cars 2.

Iniziamo da
Cenerentola 2-quando i sogni diventano realtà
Genere: Animazione
Titolo originale: Cinderella II - Dreams come True
Anno produzione: 2002
Durata: 71'
Regia: John Kafka, Darell Rooney
Distribuzione: Buena Vista Home Entertainment
Links: Sito Disney

E vissero felici e contenti…
Cenerentola ci aveva lasciato con questa idea, come tutte le fiabe che rispettino.
Cenerentola 2 è il sequel, realizzato solo per l’home video, del celeberrimo lavoro disneyano del 1950 che ha saputo affascinare intere generazioni.
Il film si unisce ad un'altra serie di seguiti di storie classiche (come Peter pan II, Il Libro della giungla II, La Sirenetta II) che, come tali, devono sopportare il difficile confronto con i predecessori.. e dare un proseguimento a fiabe senza tempo non è certo facile.
Per questo probabilmente la Disney, dopo oltre cinqunat’anni, ha immaginato una cornice letteraria intrigante per continuare la magica avventura di Cenerentola: i due simpatici topolini Gus e Jac arrivano in ritardo all’appuntamento con la Fata Smemorina, solita raccontare a tutti i sorcetti di casa la fiaba di Cenerentola.
Gus e Jac non intendono però tornare indietro rischiando di essere inseguiti da una pericolosa gattona per niente, e quindi chiedono un bis. La Fata decide allora di far scrivere la storia proprio a loro, ai topini…ed ecco Cenerentola tornare col suo principe dal viaggio di nozze.

La trama
Non esiste una vera e propria trama: Cenerentola 2 si articola in tre diverse vicende che si intrecciano con la sopraccitata mini storia come trait d’union.
Nella prima storia Cenerentola, tornata dal viaggio di nozze, si trova a fare i conti con l'etichetta e le consuetudini proprie di una corte reale. Ora la aspetta una vita da principessa, con tanto di banchetto reale per festeggiare la sua nuova vita in società. Il problema è che lo deve organizzare lei, che è sempre vissuta tra stracci e ramazze…
Attraverso questa esperienza Cenerentola arriverà a comprendere che solo essendo se stessa potrà essere una buona regina.
Nella seconda vicenda si narra la storia del topolino Giac che desidera diventare umano, ma poi si pentirà.
Nella terza storia Cenerentola addestra al sorriso la sorellastra Anastasia (diventata buona solo per l’occasione di questo episodio), nella speranza di aiutarla a trovare il suo vero e grande amore. Anastasia si innamorerà di un fornaio, ma la madre non sarà d’accordo..
Nel racconto entrano nuovi personaggi: Prudence, altezzosa e non troppo simpatica dama di corte del palazzo reale, che deve insegnare alla giovane principessa le regole dell'etichetta di corte. Ci sono poi il giovane e simpatico fornaio innamorato di Anastasia, e la gatta Pom Pom.

Commento
Il tentativo di far rivivere una favola immortale appare quasi subito blando.
Cenerentola 2 ci presenta una protagonista molto lontana dall'archetipo del capolavoro disneyano originale, tanto amato dalle bambine: scarsi virtuosismi vocali, nessuna magia e nessun sogno da realizzare, poca ironia e umorismo.
I veri protagonisti della vicenda sembrano essere una sorellastra cattiva (ora diventata miracolosamente buona) il topo Giac e il gatto Lucifero.
Non si avverte inoltre solo la marginalità della protagonista, ma anche di personaggi quali la Fata Smemorina, il re, Nicolaus e la stessa Matrigna: sono figure inutili alla storia e atte solo a conferire continuità con la favola originale.
Un film che non riesce a coinvolgere e che anzi delude chi ha visto almeno una volta Cenerentola.
Cenerentola II potrebbe trova ragion d'essere nello spingere a riscoprire l'originale nella versione restaurata Disney DVD e far scoprire ai più piccini il vero classico che non tramonterà mai.
Alessandra Galbusera

DVD
Caratteristiche tecniche
Lingue: Inglese: Dolby Digital 5.1 - Italiano: Dolby Digital 5.1 - Arabo: Dolby Digital 5.1
Sottotitoli: Inglese - inglese per non udenti - arabo - serbo-croato - italiano - sloveno

Contenuti speciali
In avvio, il disco offre innanzitutto i trailer inclusi nel menù:
Il gobbo di Notre Dame II
La bella e la bestia
Atlantis
più una carrellata dei titoli Disney in digitale.

Sono inoltre disponibili:
- Accesso diretto alle scene
- Disney Storytime "Un piccolo malinteso" (gioco di lettura interattivo legato ad una storia che ha come protagonisti i personaggi di Cenerentola)
- Il castello incantato di Cenerentola (gioco interattivo molto divertente, dove i piccoli DVD-fan potranno risistemare il palazzo prima del ballo a corte)
- Making of "Il magico musical"
- "Put it together" Video Clip.


FONTE:www.spaziofilm.it







Ultima modifica di disney_rob il Mer 28 Gen 2009, 20:45, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Mer 28 Gen 2009, 20:41

Cenerentola 3 – il gioco del destino

Genere: Animazione
Titolo originale: Cinderella III: A Twist in Time
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2007
Durata: 71'
Regia: Frank Nissen
Produzione: Buena Vista Home Entertainment
Distribuzione: Buena Vista Home Entertainment
Links: Sito Disney - Sito Principesse Disney

Il ritorno di Cenerentola
La favola di Cenerentola - in Occidente conosciuta nella versione di Charles Perrault - da oltre trecento anni affascina intere generazioni ispirando anche film, libri, balletti, opere liriche e teatrali. Ed è difficile mettere in discussione che Cenerentola sia diventata la Principessa per eccellenza e che la sua sia una fiaba senza tempo.
Cenerentola - il Gioco del Destino (2007) è il secondo seguito di Cenerentola (1950) e dovrebbe collocarsi temporalmente dopo Cenerentola II - Quando i sogni diventano realtà (2002). La nuova storia si collega però direttamente all’originale, senza considerare tutto ciò che è accaduto nel secondo episodio. Siamo quindi ragionevolmente indotti a pensare che il terzo film sia ambientato prima del secondo.
Bisogna oggi riconoscere alla sceneggiatura di Margaret Heidenry e alla regia di Frank Nissen il merito di aver ridato slancio ad un personaggio classico, ripropondone la vicenda in chiave "Sliding Doors". Ritmo veloce e fiato sospeso sono infatti gli elementi dominanti di questa bella storia di amore e di amicizia, accompagnata da una colonna sonora piacevole sia per la musica che per i brani cantati, non troppo numerosi.
Le scene sono ambiantate in paesaggi incantevoli dai colori pastello o in mezzo ad una natura orrida...come si addice ad un un film centrato sulla magia!
I personaggi sono ben caratterizzati e danno continuità alla versione originale, contrariamente a quanto avveniva in Cenerentola II. A questo proposito non mancano i tenerissimi, buffi animali che sono furono già parte integrante della prima Cenerentola: i topini parlanti (gli amici più fidati di "Cenerina" - come la chiamano loro) che hanno mantenuto un ruolo di prim'ordine nei tre film. Tornano anche gli uccellini e il gatto Lucifero, se pur in maniera marginale. L'unico personaggio che richiama il secondo episodio è la sorellastra Anastasia, miracolosamente diventata buona.
Il tema del "sogno da realizzare" unito all'"amore a prima vista che vince sopra ogni cosa" e alla "lealtà sempre e comunque" guidano - in perfetto stile Disney - le azioni dei protagonisti buoni fino alla conclusione, in un susseguirsi di colpi di scena davvero inaspettato.

E la magia continua
Generalmente sono prevenuta nei confronti dei sequel e della riproprosta di alcuni personaggi, se pur celeberrimi e amatissimi come Cenerentola. In questo caso però - e finalmente - mi sono dovuta ricredere. Del mio stesso parere sono sembrate anche le oltre duecento bambine, eccitate ed entusiaste, che hanno partecipato alla prova della "scarpetta di cristallo" ad opera di un Principe Azzurro in carne ed ossa nella mattinata di domenica 1 Aprile al Cinema Excelsior di Milano, in occasione della première nazionale del DVD .
Tutte le piccole aspiranti principesse sono uscite dal cinema agitando la bacchetta magica ricevuta come gadget cercando di farla funzionare con la pronuncia della formula magica "Bibbidi Boobidi Bu", diventata nel tempo una sorta di archetipo.
Il fascino del personaggio di Cenerentola sul pubblico sembra dunque rimanere immutato nel tempo. Se sia la versione originale o quella nuova ad aver toccato il cuore di tutte queste bambine poco importa.. Cenerentola è stata e probabilmente continuerà ad essere la fiaba di tutti i tempi.
E la magia continua, non solo per i più piccoli ma per tutti gli appassionati del mondo Disney.

Tutta un’altra storia
Il film inizia mostrando due vicende parallele ambientate nel castello e nella casa della Matrigna.
Al castello, Cenerentola e il suo Principe trascorrono giornate straordinariamente felici e si apprestano a festeggiare in anticipo il loro primo anniversario di Matrimonio. La Fata Smemorina e gli amici di sempre – i topini parlanti Gasgas e Giac ed i teneri uccellini azzurri – stanno preparando per loro una bella festa nel bosco.
Nella vecchia casa di Cenerentola, invece, le cose non vanno altrettanto bene: la perfida Matrigna rimugina tutto il giorno, mentre le sorellastre Genoveffa e Anastasia lavorano senza riposarsi mai e continuano a litigare tra loro. La piccola Anastasia custodisce da sempre un sogno nel cassetto: trovare un Principe Azzurro che si innamori pazzamente di lei, come successe a Cenerentola un anno prima. Per cercare di capire il suo segreto inizia a spiarla e assistendo di nascosto tra i cespugli ai festeggiamentiscopre che il merito è della magia.
Anastsia approfitta subito del momento di festa sia per rubare la bacchetta magica alla Fata Smemorina sia per imparare la formula magica “Bibbidi Boobbidi Bu”. Corre poi a casa con la bacchetta magica e accidentalmente, durante una lite con Genoveffa, pietrifica la Fata Smemorina. Ora nessuno potrà più aiutare Cenerentola e la perfida Matrigna potrà vendicarsi di lei realizzando un diabolico piano: tornare indietro nel tempo. Il Matrimonio di Cenerentola e del Principe viene annullato e la storia riparte dal giorno in cui il Granduca Monocolao venne nella loro casa per la celeberrima prova della “scarpetta di cristallo” (un piedino n. 34 e mezzo!), che nella versione originale aveva designato la futura principessa. La scarpetta era infatti quella persa dalla fanciulla di cui il Principe si era innamorato durante una festa e che voleva sposare.

Si ricomincia..
E la storia riparte proprio dalla prova della scarpetta. Durante la ricerca della futura principessa la Matrigna incanta la scarpetta in modo che sia il grande piede di Anastasia ad entrarci ! Cenerentola invece si libera dalla sua prigione troppo tardi per riuscire a partecipare alla prova. Per toglierle ulteriormente ogni speranza la Matrigna le dice anche che la notte del ballo è stata solo un sogno e le manda in frantumi l’altra scarpetta, che rappresentava l’unica speranza per farsi riconoscere. La Matrigna e le sue figlie, insieme al gatto Lucifero, partono intanto per il castello dove la donna compie un nuovo incantesimo ai danni del Principe: egli crederà che sia proprio Anastasia la donna della sua vita.
Vengono anche organizzate le nozze, ma il giovane continua a non essere convinto che la bruttina e maldestra Anastasia sia quell’adorabile fanciulla con cui aveva danzato..e non riconosce nemmeno la bella Cenerentola che nel frattempo è riuscita ad introdursi a Palazzo come sguattera con il compito di “acchiapatopi reale”!
Ed è proprio con l’aiuto dei topini che il Principe scoprirà di essere stato ingannato.
Cenerentola non è però disposta a rinunciare al suo sogno d’amore e riesce a riprendere la bacchetta magica ma.. proprio quando sta per togliere l’incantesimo al Principe per ordine della Matrigna viene arrestata. Posta su una nave, sarà condannata all’esilio dal regno per sempre e solo la folle corsa del Principe per raggiungerla permetterà il suo salvataggio. Quando gli innamorati rientrano al castello la Matrigna e le sue figlie, dichiarate in arresto,sono già sparite. Si crede che finalmente possa esserci un momento di serenità.

Chi è la vera Cenerentola?
Cenerentola si sta preparando per il Matrimonio quando improvvisamente riappare la Matrigna che svela il suo nuovo malvagio stratagemma: ha trasformato Anastasia in una copia di Cenerentola, per farle sposare il Principe senza che nessuno sospetti niente. Poi con un colpo di bacchetta scaglia la sua maledizione su una zucca (trasformandola in un'orribile carrozza con tanto di cavallo) e sul gattoLucifero (che diventa un cocchiere), ordinandogli di non fare tornare indietro vivi Cenerentola e i suoi amici. La carrozza satanica parte in una pericolosa corsa tra le montagne da cui Cenerentola e i topolini, più determinati che mai, riescono a liberarsi e a spingere Lucifero in fondo ad un dirupo.
Al castello intanto il principe sta per sposare Anastasia, credendo che sia Cenerentola. All'altare però, al momento di pronunciare il fatidico si, Anastasia.. ci ripensa! Sa che non sarebbe quello, per lei, il vero amore…e in quel momento fa il suo ingresso in chiesa la vera Cenerentola, causando la confusione generale...nessuno capisce più qual è la vera sposa!
Furibonda, la Matrigna esce allo scoperto e con la bacchetta trasforma in una bestia chiunque le si avvicini, compresa la figlia Anastasia per averla tradita. Cenerentola si mette in mezzo per proteggere Anastasia, e la stessa cosa fa il Principe che, estraendo la spada riflette con la sua lama lucente la magia della donna. Sono così la Matrigna e Genoveffa a scomparire trasformandosi in rospi e a ricomparire nei sotterranei del castello.
Anastasia riunisce infine mano nella mano Cenerentola e il Principe, augurando loro ogni fortuna. Poi prende la bacchetta magica, rimasta a terra, e riacquista il suo aspetto originale. Anche la Fata Smemorina è ora liberata dalla sua prigione di pietra.
Finalmente, per la gioia del Re e il sollievo del Granduca Monocolao, Cenerentola e il principe sono marito e moglie. E la Fata non riesce nemmeno a spiegargli che in realtà lo erano già...
“E vissero per sempre felici e contenti..di nuovo”.
Alessandra Galbusera

DVD
Packaging di forte impatto con utilizzo di ologrammi, stampa a caldo e immagini in rilievo.

Caratteristiche tecniche
Menù interattivi
Accesso diretto alle scene
Formato video: 1.78: 1 – 16/9 Widescreen
Formato audio: Italiano, Inglese, Tedesco (Dolby Digital 5.1); Turco (Dolby Sourround 2.0)
Sottotitoli: Italiano, Inglese, inglese per non udenti,Tedesco, Turco

Dietro la copertina
Se la scarpetta non fosse stata della misura giusta?
Lasciatevi stupire dalla meraviglia della favola classica completamente rivistata in un film del tutto nuovo e ricco di avventure sorprendenti: Cenerentola – il Gioco del destino.
Quando la malvagia matrigna s’impossessa della bacchetta magica della fatina Buona per tornare indietro nel tempo, Cenerentola dovrà lottare contro un destino avverso e inaspettato per ritrovare l’amato Principe. Gli amici topini e tutti gli altri amati personaggi tornano in questa nuova trama dai risvolti curiosi del film più celebrato da sempre.
Accompagnato da un amusica memorabile e una dose extra di magia e sorpresa Cenerentola il gioco del destino incanterà tutta la famiglia.

Contenuti speciali
Il DVD Include i seguenti contenuti speciali, ideali per un pubblico di “principesse”.
MUSICA & ALTRO
Il Video Musicale della giovane attrice e cantante Hayden Panettiere “I Still Believe”.
GIOCHI E ATTIVITA'
a.Gioco/ Bibbidi Boobbidi bu: fai la magia a chi vuoi tu
Cosa succede se la bacchetta magica della fatina finisce nelle mani degli altri personaggi del film, fra cui Jaq e Gus? Basta stare a guardare e… ne accadranno delle belle!
b.La Sala da Ballo di Cenerentola / DVD ROM
Scopri la sala da ballo di Cenererentola e il mondo dei suoi fantastici vestiti, musiche e balli! Il giocatore può creare diverse scenografie di balli da sala, provare differenti abiti e ballare sulle splendide musiche della Principessa.

Inoltre è possibile caricare le proprie foto e trasformarsi in una principessa o in un membro della corte reale, oltre che stampare gli inviti per organizzare e personalizzare le proprie magiche feste regali per vivere appieno la magia della fiaba!


contenti...ancora una volta.
Fonte: WWW.SPAZIOFILM.IT




Ultima modifica di disney_rob il Mer 28 Gen 2009, 20:44, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Mer 28 Gen 2009, 20:42

PETER PAN 2 - ritorno all'isola che non c'è

Genere: Animazione
Titolo originale: Return to Never Land
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2002
Durata: 72'
Regia: Robin Budd, Donovan Cook
Cast: (Voci), Blayne Weaver, Harriet Owen, Corey Burton, Kath Soucie
Produzione: Walt Disney Animation Australia, Walt Disney Animation Canada, Walt Disney Animation
Distribuzione: Buena Vista
Links: Sito ufficiale di Peter Pan
TRAMA:
Seconda stella destra...
Sono passati tantissimi anni da quando la piccola Wendy volava tra le nuvole in compagnia dell'amico Peter Pan. Adesso che si è sposata con Edward, partito per il fronte (siamo nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale), ed è diventata mamma, fa in modo che la sua magia passi attraverso i figli. Ma la più grande, Jane, in virtù di quanto accaduto nel mondo, non riesce più a farsi incantare dalle favole. Durante una notte di bombardamenti, però, il galeone di Capitano Uncino cala su Londra per rapire di nuovo Wendy e ricattare così Peter Pan. Per errore, è Jane ad essere rapita e trasportata, con suo sommo stupore, sull'isola che credeva un'invenzione fantastica.
Un film per piccoli sognatori, incapace di tenere testa al classico Disney per via della sua stucchevole messa in scena.

Non credo alle favole
Uscito nel 2002 in occasione del centesimo anniversario della prima apparizione di Peter Pan sulle scene teatrali, Ritorno all'isola che non c'è è un omaggio superficiale all'opera di James Matthew Barrie, e un sequel meno florido del capolavoro originale Disney del 1953. Ambientato di comodo durante la Seconda Guerra Mondiale - in una Londra dominata dai bombardamenti e dalla carestia - la perdita di fantasia nei bambini nati in quell'orrore è un fattore plausibile. A non convincere fino in fondo è la storia, la quale perde parte dello spirito fanciullino e candido del film d'animazione diretto dal trio Wilfred Jackson, Hamilton Luske e Clyde Geronimi. Risulta piuttosto confusa la crescita frammentaria della piccola Jane, e il buonismo forzato smorza non solo il carattere originale dei personaggi (si fatica a riconoscere lo stesso Peter Pan), ma riscrive in maniera poco chiara un mondo nato già perfetto. A condire la storia di umorismo ci pensano ancora una volta Capitano Uncino e il suo fido aiutante Spugna, ma anche in questo caso gli sketch, non rinnovandosi, propendono verso una comicità fin troppo stereotipata. Imperdonabile inoltre l'assenza del coccodrillo sveglia (scambiato impunemente con una piovra gigante): nemico famelico di Capitano Uncino, il cui richiamo ricorda l'inconfondibile ticchettio di un orologio. E' duro ammetterlo, ma la magia del sequel non ha lo stesso sapore dell'opera originale. L'isola che non c'è, pur rimanendo identica al passato - e per tutti quelli vissuti nell'epoca d'oro Disney - non è più la stessa.
Vito Sugameli

DVD
EDIZIONE SPECIALE
Caratteristiche tecniche
Formato video: 1,78:1
Formato audio: inglese, italiano, tedesco e turco dolby digital 5.1
Sottotitoli: inglese, inglese per non udenti, italiano, tedesco, turco

Tecnicamente all'avanguardia, sia nella qualità tecnica che artistica, questo sequel del capolavoro Disney Peter Pan farà felici tutti i nuovi piccoli telespettatore il cui credo verso la magia è ancora splendente. Il video si presta superbamente alla storia narrata, condensando colori vivaci e animazioni dinamiche. L'audio, in un corposo dolby digital 5.1 (sia in italiano che in lingua originale), amplifica ulteriormente la magia della pellicola.

Contenuti speciali
Sebbene la dicitura "Edizione Speciale" faccia intendere una certa cura per i contenuti extra, questi ultimi in verità lasciano con l'amaro in bocca.
Scene eliminate
"Quando Jane e Capitano Uncino si incontrarono per la prima volta" e "Un regalo per Trilli" sono le due brevi scene eliminate in fase di post produzione. Con l'introduzione di Chris Chase, produttore del film, e Sharon Morrill, produttore esecutivo.
La sfida di Trilli: alla ricerca della luce
Gioco interattivo con il quale potrete aiutare Trilli a ritrovare la luce. Basta un po' di fantasia, magia e... tanta polvere di fata!
Dietro le quinte: momenti fatati Disney
Tre diverse anteprime ("Rosetta e il fiore", "Iridessa e le lucciole", "Trilli e la campana") del nuovo film d'animazione Disney in computer grafica con protagoniste Trilli e le sue amiche della radura incantata.


FONTE: www.spaziofilm.it



Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Mer 28 Gen 2009, 20:43

LA SIRENETTA II - IL RITORNO AGLI ABISSI

Genere: Animazione
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2000
Durata: 72'
Regia: Jim Kammerud, Brian Smith
Produzione: Leslie Hough, David Lovegren
Distribuzione: Buena Vista Entertainment
Links: La Sirenetta recensione dvd

Trama
Dopo aver coronato il suo sogno d'amore con Eric, Ariel vede la propria felicità di nuovo turbata dalle minacce di Morgana, sorella della perfida Ursula.
Così Melody, figlia di Ariel ed Eric, cresce senza mai venire a sapere della propria parentela con le sirene. Tuttavia, la piccola sente un richiamo irresistibile per il mare, sognando spesso di avere delle pinne al posto dei piedi...
Fantasie che saranno utilizzate da Morgana per tentare di impadronirsi dei Sette Mari.
Così Ariel sarà costretta a chiedere nuovamente aiuto ai suoi fidati amici marini Sebastian e Flounders.

Curiosità
Nel 1992 una serie televisiva intitolata La Sirenetta - Le Nuove Avventure Marine di Ariel ha fatto la sua apparizione in tv.
Pat Carroll è l'attrice che ha doppiato Morgana, la stessa voce prestata ad Ursula nel film originale. Anche nel doppiaggio italiano la voce è rimasta la stessa, quella di Sonia Scotti.
Nel tardo 2007 uscirà in dvd un secondo seguito: La Sirenetta 3.

Commento
Ho sempre considerato La Sirenetta uno fra i miei preferiti film Disney e per questo motivo ho acquistato il suo seguito...
Sostanzialmente la storia si ripete, ma in modo inverso. Questa volta è un essere umano, Melody, ad essere trasformato in sirena dalla perfida sorella vendicativa di Ursula, esaudendo il desiderio della piccola di avere le pinne e nuotare liberamente nelle acque dell'oceano. Lo scopo dell'antagonista è ottenere il potere del Re Tritone.
Per questo, se già il primo film poteva risultare poco originale, traendo ispirazione da una famosa favola di Andersen, il seguito sembra più che mai tacciabile di scarsa originalità.
Anche la colonna sonora, nonostante quattro nuove canzoni, non è travolgente come avviene nel primo film del franchise.
Invece, per quanto riguarda il doppiaggio, si segnalano cambiamenti rispetto al prequel. Ariel non è più doppiata da Simona Patitucci, ma da Paola Valentini. A dare la voce al Re Tritone è Bruno Alessandro, invece di Pino Locchi, mentre la voce infantile di Katia Folco, doppiatrice di Flounders, è stata sostituita dal tono più adulto di Davide Perino.
Sonia Scotti si occupa nuovamente della cattiva di turno: mentre nel primo film ha doppiato Ursula, nel secondo darà la voce alla strega Morgana.
Le tecniche dell'animazione, dopo undici anni, sono migliorate e risultano molto interessanti.

Somiglianze
In entrambe le storie le streghe sfruttano a proprio favore le fantasie delle due protagoniste:
- Ursula trasforma Ariel in umana, dandole la possibilità di condividere la propria esistenza con Eric;
- Morgana trasforma Melody in sirena, offrendole l'opportunità di nuotare nelle acque del mare.
Simili anche gli aiutanti-scagnozzi delle 'megere' marine:
- Ursula ha due murene: Flotsam e Jetsam;
- Morgana ha uno squalo di nome Undertow e due razze: Cloak e Dagger.
Durante la loro avventura le protagoniste saranno aiutate da simpatici animali:
- Ariel dal suo amico pesce Flounders e dal fidato granchio Sebastian;
- Melody ha per amici il pinguino Tip e il tricheco Dash.

Per concludere
Nonostante le numerose somiglianze tra il primo e il secondo episodio, consiglio la visione di questo film. La trama è coinvolgente e la colonna sonora piacevole, grazie all'alternanza di alcune canzoni d'atmosfera e pezzi più dinamici. E' bello rivivere una nuova storia marina...anche se per protagonista non c'è la bellissima Ariel, ma sua figlia Melody, attraverso la quale possiamo nuovamente fantasticare su come potrebbe essere la vita sott'acqua e con le pinne al posto dei piedi.
Lorenza Bartolini

DVD
Caratteristiche tecniche
Dvd di buona fattura, che presenta in copertina Melody in primo piano, seduta su uno scoglio accanto al granchio Sebastian.
Buona la qualità video e audio. Per quanto riguarda quest'ultima, la selezione è disponibile tra italiano e inglese in formato Dolby Digital 5.1 e ebraico, ungherese, greco e ceco in formato Dolby Surround.

Contenuti speciali
Scarsi e poco interessanti gli extra proposti dalla Walt Disney.
Sono disponibili:
- La Sirenetta II Trivia Game: un quiz per rispondere a domande inerenti le avventure di Melody;
- La Sirenetta II Il Videoracconto: la narrazione della storia tramite immagini.


FONTE: www.spaziofilm.it



Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Mer 28 Gen 2009, 20:44

La sirenetta 3 – quando tutto ebbe inizio

Titolo originale:The Little Mermaid: Ariel's Beginning
Anno:2008
Nazione:Stati Uniti d'America

Durata:74 min
Genere:animazione

Contenuti extra DVD
Distribuito da Buena Vista Home Entertainment
Extra del dvd:
-scene eliminate: “Sebastian sveglia le ragazze”, “Ariel segue Flounder”
-dietro le quinte: “Splashdance: un’avventura sottomarina da ballerina”, “La Sirenetta: in fondo al mar e dietro le quinte di Broadway”
-musica e altro: “La canzone di Atena”, “Un solo errore”, “Mi ricordo”, “Canterò”
-giochi e attività: “Sirenettati: vanità interattiva”


Trama
La storia di Ariel, molto tempo prima che incontrasse il Principe Eric e camminasse sulla terra. In quel periodo, a causa della morte della Regina Athena, la musica era bandita dal regno acquatico di Atlantica. La giovane Ariel cresce così senza amore e senza musica, fino a quando scopre per caso un night club clandestino. Ariel, divisa tra il senso di dovere verso la famiglia e l’amore per la musica, è spinta a compiere la scelta più difficile della sua vita e combattere contro la subdola governante.
Fonte: trovacinema.repubblica.it





Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da wendy86 il Mer 28 Gen 2009, 21:07

si però se ne dobbiamo discutere e vedere le opinioni partiamo con calma....da uno e poi passiamo agli altri... Laughing
avatar
wendy86

Femmina Numero di messaggi : 1246
Età : 32
Località : Sesto san giovanni (mi)
Data d'iscrizione : 01.10.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Mer 28 Gen 2009, 23:55

io li metto...poi ognuno dà la sua opinione su i sequel in generale... Wink

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da wendy86 il Gio 29 Gen 2009, 11:58

su cenerentola II è meglio che io non pronunci parola o potrebbero uscire diverse censure....

cenerentola III devo dire che è caruccio, fatta eccezione per le voci che proprio non mi soddisfano.

ariel II è una falsa copia della sirenetta originale solo che con la figlia e a rovescio

ariel III carina l'idea di fondo ma realizzata molto male secondo me

peter pan II si salva solo per la base della storia ovvero la scena, esclusa dal primo film, "io credo nelle fate"

ma veniamo agli altri......vado a mangiare e cerco qualcosa per gli altri:
red e toby II
libro della giungla II
Toy story II (quello di buzz non lo considero sequel)
Lilli e vagabondo II
carica 101 II
re leone II
re leone III
(quelli di tarzan non sono sequel)
(quelli di lilo e stitch tanto meno)
poi cosa manca?
avatar
wendy86

Femmina Numero di messaggi : 1246
Età : 32
Località : Sesto san giovanni (mi)
Data d'iscrizione : 01.10.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Gio 29 Gen 2009, 14:30

IL RE LEONE 2

Il re leone II: il regno di Simba, è il 56° lungometraggio animato della Walt Disney Pictures.

Uscito nel 1998 unicamente per l'home video, è il sequel del classico Disney del 1994 Il re leone.

Titolo originale: The Lion King II: Simba's Pride
Lingua originale: {{{linguaoriginale}}}
Paese: USA
Anno: 1998
Durata: 78'
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 1.66:1
Genere: animazione
Regia: Darrell Rooney
Soggetto:
Sceneggiatura: Flip Kobler, Cindy Marcus
Produttore: Jeannine Roussel
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Casa di produzione: Walt Disney Pictures
Distribuzione (Italia): Buena Vista Home Entertainment
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: Fred Warter
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori:
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori originali:
Matthew Broderick Simba
Moira Kelly Nala
Neve Campbell Kiara adulta
Liz Callaway Kiara adulta (canto)
Michelle Horn Kiara piccola
Charity Sanoy Kiara piccola (canto)
Jason Mardsern Kovu adulto
Gene Miller Kovu adulto (canto)
Ryan O'Donohue Kovu piccolo
Suzanne Pleshette Zira
Andy Dick Nuka
Jennifer Lien Vitani adulta
Lacey Chabert Vitani piccola
Crysta Macalush Vitani piccola (canto)
Nathan Lane Timon
Ernie Sabella Pumbaa
Robert Guillaume Rafiki
James Earl Jones Mufasa
Edward Hibbert Zazu

Doppiatori italiani:
Ricardo Rossi Simba
Roberto Staffoggia Simba (canto)
Laura Boccanera Nala
Manuela Cenciarelli Kiara adulta
Renata Fusco Kiara adulta (canto)
Eva Piloso Kiara piccola
Alessandro Quarta Kovu adulto
Stefano Rinaldi Kovu adulto (canto)
Fabrizio De Flaviis Kovu piccolo
Paola Tedesco Zira
Francesco Pezzulli Nuka
Monica Bertolotti Vitani adulta
Alessia Amendola Vitani piccola
Roberto Pedicini Timon
Mirko Pontrelli Pumbaa
Sergio Fiorentini Rafiki
Sandro Tuminelli Mufasa
Roberto Del Giudice Zazu
Neri Marcorè Scar

Episodi:

Fotografia:
Montaggio:
Effetti speciali: {{{nomeeffettispeciali}}}
Musiche: Nick Glennie-Smith
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia:
Costumi: {{{nomecostumista}}}
Trucco: {{{nometruccatore}}}
Sfondi:
Premi:
Annie Award 1999 come Migliore Produzione per l'Home Video
Primo premio al Festival d'Animazione di Vancouver 1999
DVD Exclusive Award 2001


Trama:
Il film inizia dove il capitolo precedente si interrompe: Kiara, figlia di Simba e Nala, viene presentata dal vecchio Rafiki agli animali delle Terre del Branco, sotto lo sguardo benevolo dello spirito di Mufasa.

Kiara dimostra da subito di avere un carattere forte e indipendente, insofferente delle imposizioni del padre. Un giorno, giocando nelle Terre del Branco, ella si accorge di essere pedinata da Timon e Pumbaa, incaricati da Simba di controllarla di nascosto. La giovane leonessa approfitta di una momentanea distrazione dei due maldestri baby-sitter per fuggire ed entrare nelle Terre di Nessuno, luogo di residenza dei leoni esiliati dal branco perché ancora fedeli a Scar.

Qui Kiara incontra Kovu, cucciolo di leone appartenente al branco degli esuli. I due vivono insieme una brutta avventura con alcuni alligatori e giocano insieme. Improvvisamente appaiono Simba e Zira, madre di Kovu e leonessa a capo dei "Rinnegati". Ella rivela come Kovu sia stato scelto da Scar come suo erede al trono.

Simba e Kiara tornano alla Rupe dei Re discutendo del ruolo di sovrano. Nel frattempo Zira ordisce un piano per portare suo figlio al potere: Kovu dovrà stringere amicizia con Kiara, cosicché possa avvicinarsi tanto a Simba da poterlo uccidere.

Il piano viene messo in atto tempo dopo in occasione della prima battuta di caccia di Kiara, ormai adulta: Nuka e Vitani, fratelli di Kovu, incendiano la savana dove si trova la principessa, permettendo così a Kovu di salvarla. Il leone chiede di poter entrare a far parte del branco di Simba, il quale si vede suo malgrado costretto dal protocollo reale ad accoglierlo. Kovu e Kiara passano le loro giornate insieme, esercitandosi nella caccia e giocando; nel frattempo la loro amicizia si tramuta in amore.

Kovu decide non portare a compimento il piano di Zira e, anzi, di metterne al corrente Kiara; viene però interrotto da Simba, che intende prenderlo da parte per una discussione privata. Durante il dialogo Simba viene attaccato dagli esuli, dai quali riesce però a fuggire. Durante l'inseguimento perisce Nuka, il figlio maggiore di Zira. La leonessa incolpa Kovu della morte del fratello, e lo colpisce lasciandogli sul volto una cicatrice molto simile a quella di Scar. Kovu fugge e torna alla Rupe dei Re per spiegare la situazione a Simba, il quale rifiuta di ascoltarlo e lo condanna all'esilio.

Mentre Kiara fugge per raggiungere l'amato, Zira decide di approfittare della debolezza di Simba, ferito durante l'agguato, per attaccare il suo branco e tornare al potere. Lo scontro viene interrotto da Kovu e Kiara, la quale ricorda al padre un discorso da lui fatto tempo prima sulla comunanza di tutti gli esseri viventi e mette in evidenza la mancanza di differenze tra i membri dei due branchi. Il discorso convince tutti tranne Zira, che tenta un ultimo attacco contro Simba. Kiara si mette in mezzo e le due lottano finché Zira non perisce cadendo da un precipizio in un fiume in piena.

Il film si conclude con il ritorno di tutti i leoni alla Rupe dei Re, dove Simba, Nala, Kovu e Kiara ruggiscono per commemorare la fine delle ostilità. Dall'alto la voce di Mufasa si congratula con il figlio e ribadisce un'ultima volta che "Siamo un'unica realtà".

Curiosità [modifica]
La Rupe dei Re appare sempre rappresentata dal lato opposto a quello visto nel primo episodio. Gli autori affermano che questa scelta ha un valore simbolico, in quanto il fianco in ombra della rupe rappresenta il lato oscuro di Simba.[1]
Mentre il primo episodio della serie è ispirato all'Amleto, la vicenda del secondo è ispirata ad un'altra tragedia di Shakespeare: Romeo e Giulietta.[1]
Il nome "Kovu" in lingua swahili significa "cicatrice" ("scar" in inglese). "Zira" significa "odio", mentre "Nuka" significa "cattivo odore"[2].
Il nome di Vitani in origine era "Shetani", che in lingua swahili significa "diavolo". Il nome probabilmente è stato giudicato inappropriato dalla Disney e quindi modificato. "Vitani" in lingua swahili non ha alcun significato.[2]
Il nome di Kiara in origine era Aisha, ma si è deciso di modificarlo per non creare un caso di omonimia con il Ranger Giallo della nota serie TV Power Rangers.[2]
Nel progetto originale Zira avrebbe dovuto suicidarsi lasciando volontariamente la presa dalla parete rocciosa cui si era aggrappata durante la caduta nel precipizio. L'idea evidentemente è stata giudicata troppo audace, perciò si è preferito farle lasciare la presa per mancanza di forze. Sarebbe stato il primo caso di suicidio di un personaggio Disney.[3]
Nel progetto originale Kovu sarebbe dovuto essere il figlio di Scar. L'idea è stata abbandonata dai creatori dopo essersi resi conto che questo avrebbe determinato una stretta parentela tra Kovu e Kiara.[4]
In un primo momento si era pensato di far morire il personaggio di Simba in seguito ad un attacco dei "Rinnegati". L'idea è stata ben presto abbandonata per timore della reazione del pubblico, che tanto si era affezionato al protagonista del primo episodio.[4]
Il branco di leoni fedeli a Scar non appare nel primo film, dove tutti i leoni sono dalla parte di Simba
Il progetto originale non prevedeva l'esistenza del branco dei "Rinnegati": Zira si sarebbe valsa della collaborazione delle iene.[4]
fonte:wikipedia




Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Ospite il Gio 29 Gen 2009, 14:35

IL RE LEONE 3 - hakuna matata

Il re leone III: Hakuna Matata è il 78° lungometraggio animato della Walt Disney Pictures.

Uscito nel 2004 unicamente per l'home video, è il midquel (e in parte prequel) del classico Disney del 1994 Il re leone.

Il film ripropone le vicende del primo episodio della serie, mostrandole questa volta dal punto di vista dissacrante di Timon e Pumbaa

Titolo originale: The Lion King 1 ½
Lingua originale: Inglese
Paese: USA
Anno: 2004
Durata: 73'
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 1.66:1
Genere: animazione
Regia: Bradley Raymond
Soggetto:
Sceneggiatura: Roger Allers, Irene Mecchi
Produttore: George A. Mendoza
Produttore esecutivo:
Casa di produzione: Walt Disney Pictures
Distribuzione (Italia): Buena Vista Home Entertainment
Storyboard:
Art director: James Gallego
Character design:
Mecha design:
Animatori:
Interpreti e personaggi

Doppiatori originali:
Nathan Lane Timon
Ernie Sabella Pumbaa
Jerry Stiller Zio Max
Julie Kavner Mamma
Matthew Broderick Simba adolescente/adulto
Matt Weinberg Simba piccolo
Moira Kelly Nala
Jim Cummings Ed
Whoopi Goldberg Shenzi
Cheech Marin Banzai
Robert Guillaume Rafiki
Edward Hibbert Zazu

Doppiatori italiani:
Tonino Accolla Timon
Mirko Pontrelli Pumbaa
Renato Cecchetto Zio Max
Paola Giannetti Mamma
Riccardo Rossi Simba adolescente/adulto
Gabriele Patriarca Simba piccolo
Barabara De Bortoli Nala
Mario Filio Ed
Rita Savagnone Shenzi
Marco Guadagno Banzai
Sergio Fiorentini Rafiki
Roberto Del Giudice Zazu

Episodi:

Fotografia:
Montaggio:
Effetti speciali:
Musiche: Elton John, Johnny Clegg, Don Harper, Lebo M, Ennio Morricone
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia:
Costumi:
Trucco:
Sfondi:
Premi:
Annie Award 1999 come come Migliore Produzione per l'Home Video
Cinque DVD Exclusive Award 2005

TRAMA:
Timon vive nella fossa della vergogna costretto, come la mamma, lo zio Max e le altre suricate, a scavare gallerie sotterranee per potersi nascondere dai predatori. Un giorno, nel tentativo di creare un lucernario per poter godere un po' della luce solare, Timon provoca il crollo dell'intera galleria. Si viene a sapere che si tratta della quarta galleria che il suricata riesce a far crollare in una sola settimana. La mamma di Timon, resasi conto delle difficoltà del figlio nell'abituarsi allo stile di vita delle suricate (che egli ritiene patetico e claustrofobico), lo convince a prestare servizio di guardia, permettendogli così di vivere all'aria aperta. Anche a questo ruolo Timon si dimostra ben presto inadatto: vagheggiando una vita migliore, la maldestra sentinella si distrae e lascia campo libero alle iene, che attaccano le altre suricate. Nessuno rimane ucciso, tuttavia la colonia perde la poca fiducia che ancora nutriva verso Timon, che decide di andarsene di casa in cerca di una vita migliore.

Durante il viaggio Timon incontra Rafiki, il vecchio babbuino che, ascoltate le sue intenzioni, gli illustra il concetto di Hakuna matata ("senza pensieri"). Ma per raggiungere l'Hakuna Matata, aggiunge, bisogna guardare "oltre ciò che vedi". Timon prende alla lettera il consiglio e comincia a scrutare l'orizzonte. Avvistata in lontananza la Rupe dei Re, egli decide di dirigersi in quella direzione. Nel tragitto Timon incontra un altro personaggio, Pumbaa. Dopo un iniziale spavento, i due fanno conoscenza e decidono di proseguire insieme il viaggio.

A questo punto le vicende di Timon e Pumbaa cominciano ad intrecciarsi con quelle del primo episodio della serie. Raggiunta la Rupe dei Re durante la presentazione di Simba agli abitanti delle Terre del Branco, si scopre l'origine dell'inchino degli animali di fronte al futuro sovrano: le ben note flatulenze di Pumbaa, che provocano lo svenimento delle ultime file di spettatori. I due animali decidono di trasferirsi alla pozza dell'acqua, dove vengono disturbati dalla performance di Simba e Nala di Voglio diventar presto un re. Decisi a cambiare abitazione, Timon e Pumbaa si ritrovano in luoghi già noti allo spettatore, come il cimitero degli elefanti, dove prima sono testimoni del salvataggio di Simba da parte di Mufasa e poi della parata delle iene di fronte a Scar, e la gola dove una mandria di gnu travolge il re. Anch'essi coinvolti nella fuga degli gnu, i due amici finiscono per cadere da una cascata, atterrando in una magnifica foresta tropicale.

Il facocero e il suricata qui vivono serenamente una vita all'insegna della filosofia dell'Hakuna Matata. Al duo in breve si aggiungerà Simba, che darà loro non pochi problemi a causa della sua indole avventurosa. Nel frattempo la mamma di Timon incontra Rafiki e gli chiede informazioni sulla sorte del figlio. Pensando che si trovi in pericolo, decide di partire alla sua ricerca.

Una volta adulto, Simba reincontra l'amica d'infanzia Nala. Timon e Pumbaa, per paura di perdere l'amico, tentano in tutti i modi che i due non si innamorino, ma invano. Una mattina al loro risveglio scoprono che Simba se ne è andato per affrontare lo zio e reclamare il suo diritto al titolo di re. Pumbaa e Nala seguono Simba per aiutarlo nell'impresa, ma Timon si rifiuta: la partenza dell'amico è da lui vista come un tradimento all'Hakuna Matata e al trio. La presenza di Rafiki si rivela ancora una volta fondamentale per il personaggio, che comprende il valore dell'amicizia e parte per raggiungere gli altri.

Raggiunta la Rupe dei Re, Timon e Pumbaa cercano un modo di distrarre le iene. In quel momento appaiono la mamma di Timon e lo zio Max, preoccupati per lo stato di salute del parente. Timon ordisce un piano per togliere di mezzo le iene: mamma e zio Max dovranno scavare numerose gallerie, per poi farle crollare al momento opportuno sotto le zampe dei nemici. Il piano riesce e nello stesso momento Simba riesce a lanciare giù dalla rupe l'odiato zio. Dopo la sconfitta di Scar, Timon decide di far trasferire l'intera colonia di suricate nella sua residenza paradisiaca. Le suricate possono finalmente vivere in libertà in un ambiente privo di predatori; Timon viene ora considerato un eroe dalla comunità.

FONTE:wikipedia







Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da supermattievertigine il Gio 29 Gen 2009, 16:26

emmmmmmm ed io dovrei legge tutta sta cosa? eheheheheh Razz affraid

scherzoro, è una cosa utilissima per chi ha intenzione di comprare qualche dvd nuovo...... 🐰 bounce I love you
avatar
supermattievertigine
Disneyutente Special Vip-Presidente MondoOt Baby -Er Sola- Lucignolo - Smarritore di memory card
Disneyutente Special Vip-Presidente MondoOt Baby -Er Sola- Lucignolo - Smarritore di memory card

Maschio Numero di messaggi : 3395
Età : 23
Località : Roma
Data d'iscrizione : 28.07.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da wendy86 il Gio 29 Gen 2009, 17:38

ora vedo di dare una mano a roby e metterne qualcuno anche io....ma magari molto più sintetici Wink
avatar
wendy86

Femmina Numero di messaggi : 1246
Età : 32
Località : Sesto san giovanni (mi)
Data d'iscrizione : 01.10.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da wendy86 il Gio 29 Gen 2009, 17:53

Il libro della giungla 2

Il libro della giungla 2 è un film d'animazione Disney diretto dal regista Steve Trenbirth. È il seguito del film Il libro della giungla del 1967.
La pellicola è stata distribuita per la prima volta in Francia il 5 febbraio 2003.

trama
Mowgli, ora vive nel villaggio al margine della giungla assieme alla sua nuova famiglia adottiva. Può così stare vicino alla sua nuova amica del cuore, la giovane Shanti. Nonostante ciò, il cucciolo d'uomo, sente molto la mancanza della vita spensierata e dei suoi cari "zii": l'orso Baloo e la pantera nera Bagheera.
La tigre Shere Khan però è ancora sulle sue tracce per vendicarsi dell'umilizione subita in passato e non esita ad entrare nel villaggio degli umani per cercare vendetta.

Soggetto: Rudyard Kipling (romanzo)
Sceneggiatura: Carter Crocker, Karl Geurs, David Reynolds, Tom Rogers, Roger S.H. Schulman, Evan Spiliotopoulos
Produttore: Chris Chase, Mary Thorne
Art director: Michael Peraza Jr.

Doppiatori originali:
Haley Joel Osment: Mowgli
Mae Whitman: Shanti
Connor Funk: Ranjan
John Goodman: Baloo
Bob Joles: Bagheera
Tony Jay: Shere Khan
Jim Cummings: Kaa, Colonnello Hathi, Scimmia presentatrice
Phil Collins: Lucky
John Rhys-Davies: Padre di Ranjan

Doppiatori italiani:
Gabriele Patriarca: Mowgli
Veronica Puccio: Shanti
Alex Polidori: Ranjan
Fabrizio Pucci: Baloo
Rodolfo Bianchi: Bagheera
Stefano De Sando: Shere Khan
Sergio Tedesco: Kaa
Renato Mori: Colonnello Hathi
Roberto Stocchi: Scimmia presentatrice
Christian Iansante: Lucky
Franco Chillemi: Padre di Ranjan

avatar
wendy86

Femmina Numero di messaggi : 1246
Età : 32
Località : Sesto san giovanni (mi)
Data d'iscrizione : 01.10.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da wendy86 il Gio 29 Gen 2009, 17:59

LA carica dei 101 II: Macchia un eroe a Londra

La carica dei 101 II - Macchia, un eroe a Londra è il sequel di uno dei più famosi lungometraggi d'animazione della Disney del 1961: La carica dei 101.

trama
A differenza del primo episodio in cui il vero protagonista è il gruppo di cuccioli, questa nuova storia è incentrata su un solo piccolo dalmata.
Alla fine del primo episodio de La carica dei 101 Roger e Anita Radcliff avevamo espresso l'intenzione di trasferirsi dalla città di Londra in campagna, assieme alla loro governante, la coppia di cani Pongo e Peggy e ai 99 cuccioli. Questo gli permetterebbe di disporre di una casa più grande e spazio adatto ad un allevamento di cani dalmata. Durante il trasloco avviene però l'imprevisto e il piccolo cucciolo dal nome "Macchia" viene dimenticato in città. Il nostro eroe non si perde d'animo e mentre percorre i viali del parco vede un insolito spettacolo itinerante. È proprio lui, Fulmine. Il cane protagonista di avvincenti telefilm sul Far west (e che serve per reclamizzare un cibo per i cani) sta dando spettacolo e prova delle sue virtù ed è attorniato da una folla di cani estasiati.
Fulmine però, a differenza di quanto ci si attenda, è un cane ossessionato dal successo, molto egocentrico e per nulla disinteressato.
Al suo fianco vi è da sempre Lampo, un piccolo cane di razza welsh corgy che da sempre mal sopporta il successo del collega, ne è invidioso e attende solo l'occasione per rifarsi. L'ingenuo Macchia, che vuole emulare l'eroe della TV e diventare anch'esso un divo dello spettacolo diviene ben presto solo una vittima dei suoi nuovi "amici". Se ciò non bastasse ecco apparire nuovamente la perfida Crudelia De Mon che, ancora una volta ossessionata dalle pellicce e dalle macchie, tenta di rapire con l'aiuto di Orazio e Gaspare, tutti i cuccioli. Il nostro eroe, dopo aver scoperto le vere intenzioni di Lampo e di Fulmine, il piccolo Macchia si farà aiutare da quest'ultimo nel salvataggio dei suoi fratellini.

Regia: Brian Smith, Jim Kammerud

Doppiatori originali:
Susan Blakeslee: Crudelia De Mon
Bobby Lockwood: Macchia
Barry Bostwick: Fulmine
Jason Alexander: Lampo
Martin Short: Lars
Samuel West: Pongo
Kath Soucie: Peggy
Tim Bentinck: Rudy
Jodi Benson: Anita
Maurice LaMarche: Orazio
Jeff Bennett: Gaspare
Mary MacLeod: Tata
Michael Lerner: Produttore

Doppiatori italiani:
Ludovica Modugno: Crudelia De Mon
Gabriele Patriarca: Macchia
Saverio Indrio: Fulmine
Giorgio Lopez: Lampo
Mino Caprio: Lars
Francesco Prando: Pongo
Francesca Fiorentini: Peggy
Antonio Sanna: Rudy
Chiara Colizzi: Anita
Roberto Ciufoli: Orazio
Ennio Coltorti: Gaspare
Miranda Bonansea: Tata
Paolo Buglioni: Produttore

avatar
wendy86

Femmina Numero di messaggi : 1246
Età : 32
Località : Sesto san giovanni (mi)
Data d'iscrizione : 01.10.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da supermattievertigine il Gio 29 Gen 2009, 18:35

contente voi, contenti tutti Laughing I love you Razz
avatar
supermattievertigine
Disneyutente Special Vip-Presidente MondoOt Baby -Er Sola- Lucignolo - Smarritore di memory card
Disneyutente Special Vip-Presidente MondoOt Baby -Er Sola- Lucignolo - Smarritore di memory card

Maschio Numero di messaggi : 3395
Età : 23
Località : Roma
Data d'iscrizione : 28.07.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: SEQUEL Walt Disney- Opinioni a riguardo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum